Home Politica Sant'Agata Militello, integrazione dei revisori dei conti. La giunta ricorre al Tar

Sant’Agata Militello, integrazione dei revisori dei conti. La giunta ricorre al Tar

- Advertisement -

La giunta comunale di Sant’Agata Militello, presieduta dal sindaco Carmelo Sottile è pronta a presentare ricorso al Tar di Catania contro la delibera del consiglio comunale di integrazione da uno a tre membri dell’organo di revisione contabile del comune. La scelta di adire il tribunale amministrativo è arrivata nel corso dell’ultima riunione di giunta. Lo scorso 30 Novembre, lo ricordiamo, il civico consesso santagatese aveva approvato l’integrazione del Collegio dei Revisori dei Conti ed eletto i due componenti in aggiunta all’ex revisore unico Piero Ferrante. I consiglieri del gruppo di minoranza, in appoggio all’amministrazione Sottile, avevano lasciato i lavori prima del voto. Al termine dello scrutinio segreto sono risultati eletti Giuseppe Ricciardi, che ha ottenuto 4 voti, e Salvatore Belgiorno, con 3 voti. Sull’integrazione dell’organo di revisione contabile a Sant’Agata Militello da mesi si trascinava un’aspra polemica. L’opposizione aveva infatti ritenuto di presentare la proposta d’integrazione del revisore con altri due membri, in ossequio alla decisione della Corte dei conti in materia di controlli finanziari sugli enti locali per i comuni tra 5.000 e 15.000 abitanti. Differente, invece, la versione del gruppo in sostegno all’amministrazione, che riteneva adeguabile la composizione del collegio solo alla fine del mandato del revisore unico. Sulla vicenda l’amministrazione comunale chiese quindi un parere alla Sezione di Controllo della corte dei conti che lo scorso Settembre si era  espressa per l’immediata integrazione con altri due revisori.

- Advertisement -

Più lette della settimana