Home Attualità Sant'Angelo di Brolo, operativa la residenza sanitaria assistenziale

Sant’Angelo di Brolo, operativa la residenza sanitaria assistenziale

- Advertisement -

Da qualche giorno è operativa la nuova residenza sanitaria assistenziale di contrada Pantano Alto a Sant’Angelo di Brolo. La struttura, che è una costola dell’ospedale “Barone Romeo” di Patti, come quella localizzata a Case Nuove Russo di Patti, sostituendo, di fatto, il reparto di lungodegenza, è stata realizzata nello stesso sito dove c’era il centro di accoglienza per i richiedenti asilo. E’ organica all’Asp, che mantiene la direzione e gestione, mentre i servizi alberghieri – vitto, alloggio e pulizia – sono stati affidati alla cooperativa “Opus Residential” di Messina. La struttura potrà ospitare venti pazienti e sta man mano coprendo i posti letto consentiti. A suo tempo, mentre ancora la rsa santangiolese era ancora nella fase preparatoria, era stato ipotizzato l’impiego dei lavoratori del centro di accoglienza che maturarono due anni di cassa integrazione straordinaria e che, con un’opportuna riqualificazione, avrebbero potuto essere utilizzati. Attribuito l’appalto ad una nuova cooperativa e cambiato l’oggetto del contratto, evidentemente è stata scelta un’altra strada. Il contratto prevede l’istituzione di venti posti letto, per quattro anni; il prezzo a base d’asta è stato di 120 mila euro l’anno. L’apertura della Rsa di Sant’Angelo consentirà al sistema sanitario, di avere una significativa razionalizzazione della spesa, perché i risparmi che produrrà la residenza sanitaria rispetto ai costi della ospedalizzazione, sono enormi.

- Advertisement -

Più lette della settimana