Aumentano delfini, tartarughe e balenottere nel mare delle Eolie

2063

Aumentano delfini e tartarughe nel mare delle Eolie, soprattutto tra Panarea e Stromboli ed aumentano anche gli avvistamenti, regalando a turisti ed appassionati spettacoli entusiasmanti. I dati di monitoraggio sono stati diffusi dal “Delphis Aeolian Dolphin Center” di Salina che da anni osserva, analizza e tutela gli esemplari marini che abitano nell’arcipelago Eoliano. Da un recente studio, infatti, è emerso che nel 2015 vi è stato un aumento significativo della presenza dei cetacei, ben il 15 per cento in più, di tartarughe marine, delfini, capodogli e balenottere. Aumenta anche la presenza di tonni. A favorire l’incremento di una così vasta popolazione marina, secondo gli esperti, è stato anche il mare delle Eolie: acque profonde, con una grandissima biodiversità e ricco di prede. Pertanto, gli animali trovano ciò di cui si cibano. Ma a fare davvero la differenza, secondo gli studiosi, sarebbe il miglioramento delle condizioni delle acque e dei fondali marini. Il mare delle Eolie risulta essere più pulito e secondo gli esperti, grazie sia ai numerosi progetti finalizzati alla tutela dell’ambiente marino e soprattutto grazie ad una maggiore sensibilità e rispetto da parte di chi frequenta le Isole ed il mare che le circonda. Parliamo di turisti, abitanti ma anche e soprattutto, pescatori ed operatori del settore turistico. Sempre di più inoltre, vengono coinvolti i bambini e ragazzi delle scuole in lezioni di educazione ambientale. Il centro Delphis, inoltre, giornalmente effettua uscite di monitoraggio che hanno lo scopo di quantificare la presenza dei cetacei e delle tartarughe marine, studiarne la biologia, l’etologia, la genetica, e salvaguardare il loro stato. “E’ un’esperienza unica – dicono gli organizzatori – che lascia un’immagine bellissima della natura e di quanto sia fondamentale tutelarla”.