Pettineo, dimissioni in massa in consiglio comunale

536

Sarà un commissario regionale a sostituire il consiglio comunale di Pettineo che si è sciolto dopo le dimissioni presentate contestualmente da sette consiglieri.
La clamorosa decisione è arrivata al termine della riunione nella quale si è discussa la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Giuseppe Liberti.
La mozione era stata presentata il 28 Dicembre scorso da sette consiglieri comunali: Gianfranco Gentile, Rosario Di Marco,Felice Ruffino, Carmelo Machì del gruppo consiliare “Crescere Insieme” e Nino Sanguedolce, Franco Russo ed Emanuela Cicero consiglieri indipendenti.
Le motivazioni che hanno indotto i sette consiglieri a firmare il documento sono state approfondite durante la discussione, quando i consiglieri hanno evidenziato le innumerevoli possibilità di finanziamento andate perse, la mancanza di trasparenza amministrativa ed i contrasti con la minoranza .
Inoltre è stato anche sottolineato l’assoluto stato di immobilismo in cui vive il paese.
Dopo il lungo dibattito d’aula , la mozione ha ricevuto sette voti favorevoli, quelli dei consiglieri firmatari del documento e cinque non favorevoli. Quindi la sfiducia non ha raggiunto i voti necessari per essere valida.
Alla fine dei lavori consiliari, i consiglieri firmatari della mozione di sfiducia, prendendo atto del voto dell’aula ,  in segno di protesta hanno rassegnato contestualmente le dimissioni determinando lo scioglimento di tutto il consiglio comunale.