Fumi dall’Edipower, il Comune di Milazzo scrive alla Procura

226

Sulla emissione di fumi dalla centrale Edipower di San Filippo del Mela dello scorso 26 dicembre, che tanta preoccupazione ha destato tra la popolazione, l’amministrazione comunale di Milazzo ha deciso di investire l’autorità giudiziaria. L’assessore all’Ambiente, Damiano Maisano, ha inviato una nota alla procura di Barcellona, alla direzione di Edipower, all’Asp, all’Arpa, all’Ispra, alla Regione e al prefetto di Messina segnalando “la fuoriuscita di consistenti emissioni di fumi dai camini in dotazione agli impianti Edipower. In particolare il fenomeno verificatosi il 26 dicembre a partire dalle 14 – scrive Maisano – e protrattosi per oltre due ore, ha destato una significativa preoccupazione nella popolazione”. Alla direzione Edipower viene chiesto di fornire ogni chiarimento utile in merito a quanto accaduto “evidenziando altresì se tali emissioni siano riconducibili ad eventuali problematiche impiantistiche/gestionali, eventualmente rilevate dai sistemi di analisi e registrazione in dotazione ai vari Comuni”. Ad Arpa e Asp viene invece chiesto di fornire notizie in merito all’evento verificatosi sulla base dei loro parametri di controllo. “Non è possibile far passare sotto silenzio tale situazione – afferma l’esponente della giunta Formica – anche perché l’Oms ormai periodicamente ribadisce la necessità di seguire un percorso finalizzato alla riduzione delle emissioni di almeno il 50 per cento rispetto ai limiti di legge, all’implementazione delle attività di monitoraggio della qualità dell’aria e delle matrici ambientali e biologiche, sorveglianza epidemiologica e coinvolgimento delle popolazioni residenti nei processi decisionali, il tutto legato all’attuazione dei piani di risanamento. Qui invece accade che nei giorni festivi si registrano criticità gravi non solo dal punto di vista dell’immagine del territorio quanto soprattutto per la salute”.