Home Cronaca Incidente mortale, dinamica da chiarire

Incidente mortale, dinamica da chiarire

- Advertisement -

Sarà l’autopsia di oggi a fornire agli inquirenti ulteriori particolari sulla morte del giovane Samuele Mirabile, il ventunenne di Barcellona Pozzo di Gotto rimasto vittima di un incidente stradale dai contorni strazianti verificatosi lungo la A20, all’altezza di Olivarella. La Procura ha disposto infatti l’esame autoptico per chiarire alcuni aspetti. In primis se lo sfortunato giovane fosse ancora vivo quando, dalla sua Smart, è stato sbalzato sull’asfalto o se la morte sia avvenuta sul colpo. Sono ancora ricoverate in ospedale, invece, le due ragazze di 23 e 28 anni che si trovavano con Samuele. La prima è stata trasferita all’Ismett di Palermo per un sospetto trauma epatico che, a quanto pare, è stato per fortuna escluso. Al Policlinico di Messina è invece ricoverata la ventottenne. Intanto, gli agenti della Polstrada Messina Boccetta ieri mattina sono tornati sul luogo del tragico sinistro per effettuare ulteriori rilievi che possano chiarire tutta la dinamica. Nella giornata di ieri, sono stati anche ascoltati i conducenti di tre auto che, loro malgrado, non hanno potuto evitare l’impatto con il corpo del giovane. Le auto sono state sequestrate per ulteriori accertamenti, ma non figurerebbero al momento indagati. La morte di Samuele Mirabile allunga la drammatica lista di giovani barcellonesi scomparsi a seguito di incidenti stradali in questo 2015 che sa tanto di maledetto. In precedenza, durante l’anno che sta volgendo al termine, hanno infatti perso la vita Noel Chiesini, Gaetano Giambò, Giuseppe D’Angelo e anche il quarantenne Felice Galdino. Intanto, il ricordo del giovane Samuele è vivo tra amici e parenti per la sua voglia di vivere e il piacere di stare sempre in compagnia.

- Advertisement -

Più lette della settimana