Capo d’Orlando, parte la Smart City

848

E’ il giorno dell’inaugurazione della Smart City realizzata in contrada Masseria di Capo d’Orlando. Un vero e proprio evento per il settore dei carburanti alternativi e del risparmio energetico che pone capo d’Orlando al centro dell’attenzione del mondo scientifico per la sperimentazione della mobilità intelligente attraverso energie rinnovabili e trasporti elettrici. Nella struttura di Masseria, il Centro Nazionale delle Ricerche ha installato una pompa ad idrogeno che rifornirà un pulmino per il trasporto delle persone, un furgone per il trasporto delle merci e due biciclette, tutti mezzi che inizieranno a circolare già da oggi. Capo d’Orlando è uno dei primi comuni in Europa a guidare la sperimentazione in questo settore grazie al bando nazionale del Ministeri dell’Università, PON Ricerca e Competitività del 2012. Il progetto pilota è stato reso possibile grazie alla compartecipazione comunale che ha visto la cessione del terreno in cui è nata la struttura e la somma di duecentomila euro, servita per costruire la piattaforma alimentata col fotovoltaico. i-NEXT” (Innovation for Green Exchange in Trasportation) sostiene l’innovazione in specifici settori, promuovendo mezzi di trasporto ecologici ibridi, a batterie e a celle a combustibile, e spostamenti meglio organizzati (una bicicletta a pedalata assistita; un minibus ibrido elettrico; un delivery van per il trasporto merci nell’ambito dell’ITS – Intelligent Transport System), ed ottimizzando l’interazione tra la domanda di energia da parte degli edifici, la produzione non programmabile da fonti energetiche rinnovabili (FER) e l’accumulo d’energia, nonché la definizione e l’attuazione d’interventi finalizzati al risparmio energetico. L’impianto di produzione, compressione e distribuzione di idrogeno, basato su elettrolisi, è il primo completamente autonomo in grado di produrre idrogeno da fonti rinnovabili tramite un processo CO2 free. Infine è stato messo a disposizione delle amministrazioni coinvolte il progetto Smart Planning Lab che consente di divulgare i risultati delle ricerca e sostenere gli enti pubblici nel percorso di innovazione affinché le Smart Cities siano popolate da “Smart Citizens” in grado di usufruire pienamente dei risultati ottenuti e dei nuovi servizi.