Barcellona, avviato l’iter per il progetto del porticciolo

126

A caccia dei finanziamenti per lo studio di fattibilità e della progettazione preliminare e definitiva. Queste le prospettive legate al porticciolo che dovrebbe essere realizzato in contrada Cantoni di Barcellona. Dall’idea si è passati già alla fase operativa, anche perchè il bando europeo per finanziare lo studio di fattibilità scade il prossimo 26 novembre; dunque bisogna far presto. In ogni caso, passaggio propedeutico a questa fase è stato l’emendamento al piano triennale delle opere pubbliche presentato a Palazzo Longano dai consiglieri del Pd, Carmelo Cutugno e Paolo Pino. Il consiglio comunale ha detto si all’unanimità, votando di seguito il programma triennale. Da quel momento, il progetto è ufficialmente in corsa. Il sindaco, Roberto Materia, dal canto suo, dopo aver incontrato informalmente il gruppo consiliare del Partito Democratico, nel quadro di un momento di confronto sulle opportunità di sviluppo del territorio, ha detto si. Condividendo appieno l’iniziativa, ha immediatamente conferito mandato agli uffici comunali per l’avvio delle necessarie procedure. Da li, dopo la nomina del rup nella persona dell’ingegnere, Carmelo Perdichizzi, si è deciso di elaborare rapidamente un primo studio di fattibilità. Nella speranza di poter essere inseriti in graduatoria per questo primo obiettivo, si passerà alla fase successiva, rivolgendo l’attenzione al ministero delle infrastrutture e dei trasporti, per la progettazione preliminare e definitiva. Lo avevano già preannunciato i consiglieri Cutugno e Pino, promotori di questo intervento, ribadendo che lo avrebbero sottoposto al ministro, Graziano Del Rio. Se anche a Roma dovesse essere valutato positivamente, non è solo un antico sogno barcellonese che si realizza; ma ci sono anche importanti risvolti dal punto di vista occupazionale, sia collegati alla struttura, quanto anche a tutte le opere complementari.