Cavalli rubati ritrovati sui Nebrodi dalla Polizia di Sant’Agata Militello

2711

Sono bastate ventiquattro ore d’intensa attività investigativa agli uomini del commissariato di Polizia di Sant’Agata Militello per recuperare cinque esemplari di cavallo sanfratellano rubati ad un allevatore di Caronia. Gli equini, particolarmente pregiati, sono stati recuperati lungo la strada che collega Caronia a San Fratello, in pieno territorio boschivo, lasciati incustoditi in una trazzera raggiungibile solo con mezzi fuori strada. La denuncia del furto era stata presentata Domenica mattina dall’allevatore di Caronia al commissariato santagatesi. Gli agenti, coordinati dal dirigente Daniele Manganaro, si sono subito messi alla ricerca, coadiuvati dal Corpo di Vigilanza del Parco dei Nebrodi e dalle Guardie Zoofile dell’EPS di Pettineo. Le indagini si sono concentrate per tutta la notte nei territori impervi tra Caronia, San Fratello e Cesarò. Sul tracciato i poliziotti hanno individuato indizi inequivocabili lasciati dai ladri, riuscendo così a risalire al luogo di custodia delle bestie. Le campane identificative erano state infatti tagliate e gettate lungo il percorso. I cavalli recuperati sono stati così prontamente restituiti al proprietario. Dopo l’operazione, sono ancora in corso accertamenti da parte della sezione scientifica della  polizia al fine di individuare eventuali impronte o altre tracce che possano condurre direttamente ai responsabili. Il fenomeno dell’abigeato sui nebrodei da diverso tempo è oggetto di attenzione da parte dei poliziotti del Commissariato di Sant’Agata Militello. A seguito del ritrovamento dei cavalli ai Poliziotti ed al Dirigente Manganaro sono giunti anche i complimenti ufficiali da parte del Questore di Messina, Giuseppe Cucchiara,  che ha sottolineato la spiccata professionalità degli agenti nel contrasto al fenomeno dell’abigeato.