Patti, la ditta incrocia le braccia in via Roma

307

Nuova sospensione dei lavori di riqualificazione di piazza Niosi e vie adiacenti di Patti. Proprio quando si stavano spostando i blocchi di pietra dalla via Roma, per sistemare il massetto e si doveva procedere di seguito a pavimentare via Francesco Monastra – l’ex via Chiesa Nuova – la ditta “Building” ha fermato tutto. Un comportamento determinato dal fatto che attende dalla Regione il pagamento di 28 mila euro, ancora non liquidati. Il comune di Patti, dal canto suo, come ha spiegato il sindaco, Mauro Aquino, ieri nel corso di una conferenza stampa, ha già pagato tutto e non può sostituirsi alla Regione, perché non sono ancora maturati i tempi di un nuovo stato di avanzamento. Proprio quando si pensava che i lavori fossero in dirittura d’arrivo, ecco un nuovo stop. E’ un appalto maledetto. E ora? Il comune ha già diffidato la ditta ad avviare i lavori. Nel contempo è allo studio un intervento sostitutivo con un’altra ditta, giustificato da un’ordinanza per questioni igienico-sanitarie, ma soprattutto di protezione civile. E’ vero che c’è la va di fuga verso via dei Greci, con limitazione per quei mezzi che non possono passare attraverso la strettoia che inizia a Madonna Porta, è vero che ci sono due scalinate che permettono di raggiungere la via Garibaldi, ma è pur vero che, in caso di difficoltà di trasporto, le questioni si complicherebbero. A questo punto, si spera che la Regione sblocchi i mandati e paghi, altrimenti si preannuncia un nuovo stallo che va ad aggiungersi a quelli passati. Quando termineranno i lavori qui sarà sempre tardi.