Calcio donne, prima sconfitta per la San Lorenzo

412

Alla terza giornata di campionato, contro la capolista Diana Comiso che attualmente rappresenta sicuramente l’avversario più ostico da affrontare, arriva la prima sconfitta del San Lorenzo che cede per 2 reti ad 1 al termine di una partita giocata a ritmi intensi e che ha regalato forti emozioni al pubblico presente. Al cospetto di un team con un blasone del tutto differente rispetto al proprio status di matricola del campionato, la formazione di mister Giuffrè sfodera una prestazione tutta cuore e grinta e riesce a metter paura al Diana Comiso, rimanendo ‘in partita’ fino alla fine e sfiorando l’impresa di giornata. Il primo tempo si conclude infatti sul risultato di 1-1 ( gol rossonero di Lo Vano che si permette il lusso di segnare con un colpo di testa, situazione abbastanza rara nel futsal ) e vede le ragazze di patron Miracula recriminare per un palo colpito da posizione ravvicinata. Nella seconda frazione di gioco il match continua su ritmi forsennati e le occasioni si susseguono da ambo le parti con il risultato che però rimane fisso sull’1-1 ma i dettagli, complice la dea bendata, volgono tutti a favore delle ospiti: gol annullato a Di Iorio per un sospetto tocco di mano e conseguente ammonizione; da pochi passi Eliana Vitale non concretizza un’azione pericolosa; seconda ammonizione con conseguente espulsione per Floriana Di Iorio rea di aver sollecitato un’avversaria a rialzarsi da terra; gol allo scadere del Comiso su un’azione viziata da un fallo e con Cucinotta volata per terra ( lussazione alla spalla sinistra per lei ) dopo uno scontro di gioco. Per dovere di cronaca si segnala che, sullo 0-0 in una ripartenza 3 contro 1, il capitano del San Lorenzo aveva messo il pallone fuori volontariamente per consentire i soccorsi di un’avversaria caduta a terra dopo aver perso palla. Si chiama esperienza e al San Lorenzo manca… Si chiama correttezza e il San Lorenzo ne ha fin troppa… Punti di vista! Di certo, dal nostro punto di vista, l’obiettivo rimane invariato e la partita odierna dimostra di essere nella giusta direzione: da oggi anche a Comiso si dirà che il San Lorenzo è una buona squadra, organizzata per lottare per la permanenza in C