Capo d’Orlando, lungomare senza mutuo

2749

Contrordine. Alla fine il sindaco Enzo Sindoni ha deciso di non richiedere il mutuo di 500.000 deliberato dal Consiglio Comunale lo scorso lunedì 5 ottobre e destinato alla parziale copertura dei costi dei lavori di completamento del restyling del lungomare Andrea Doria. La decisione è scaturita dal più che positivo esito della vendita della casa anziani di contrada Catutè assegnata dieci giorni fa all’associazione temporanea di imprese composta dalla Giesse srl e dalla Recoop. Infatti tra maggiore offerta e valore dei costi dei lavori a carico della Ati aggiudicataria, il Comune si ritrova un inaspettato “tesoretto” di oltre 300.000. Soldi che sono arrivati proprio grazie all’offerta più conveniente per il comune sul bando predisposto. “L’energica azione amministrativa che grazie alla maggioranza ho potuto mettere in atto, ha dato frutti insperati e concreti a tutto vantaggio degli orlandini- commenta il sindaco Enzo Sindoni- la solidità delle casse comunali  consentirà, pertanto, di finanziare l’intero costo del lungomare con le nostre risorse, per questo ho già disposto che la ragioneria comunichi alla Cassa Deposito e Prestiti la rinuncia al mutuo”. “Convertire due vecchi fabbricati – ha concluso Sindoni – in una opportunità di lavoro per tanti orlandini e nel completo ammodernamento del lungomare Andrea Doria, è senz’altro uno dei i risultati  più positivi della mia amministrazione”.