Soccorso alpino e speleologico, esercitazione a Castelmola

258

Si è conclusa l’esercitazione del Gruppo Lavoro Forre del Servizio Regionale Sicilia del Cnsas svoltasi nelle zone recentemente colpite dall’alluvione che ha visto impegnata la squadra forre del Cnsas alla ricerca e recupero di un disperso scivolato all’interno di un profondo ed inaccessibile vallone. La zona interessata da un grave dissesto idrogeologico che ha cancellato qualsiasi via e sentiero d’accesso e reso il costone roccioso assolutamente instabile e pericoloso ha richiesto una delicata calata su corda per oltre 50mt per raggiungere il fondo valle. Individuato e raggiunto il ferito lo stesso è stato imbarellato sulla speciale barella canyoning e trasportato lungo il torrente in un susseguirsi di piccoli saltini, scivoli e cascate fino a 45mt d’altezza che hanno richiesto l’utilizzo delle speciali tecniche messe appunto dalla scuola nazionale tecnici soccorso in forra che permettono spostamenti rapidi e sicuri in zone diversamente inaccessibili a volte nemmeno dall’alto.
Il dislivello complessivo dall’ingresso all’uscita è di circa 200 metri.