Manfrè: “A Barcellona e Milazzo necessari interventi strutturali”

1416

A Milazzo e a Barcellona Pozzo di Gotto, “sono necessari interventi strutturali, così come in tutti i torrenti esondati”. Lo dice il responsabile della Protezione civile di Messina, Bruno Manfrè, il giorno dopo il nubifragio che si è abbattuto nella zona ionica e tirrenica. “Sui torrenti – spiega – è necessario intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza, eliminando il sovralluvionamento”.
A Barcellona, intanto, sono arrivati i volontari della protezione civile da Catania e Palermo che insieme ai volontari del Longano e nonostante la pioggia che continua a cadere, si sono messi al lavoro per ripulire le zone interessate dall’esondazione. La Protezione civile ha sistemato la sua base all’interno della palestra Aia Scarpaci, dove è stata allestita anche una cucina da campo, che servirà a garantire un punto d’appoggio per i volontari giunti a Barcellona dalle altre province siciliane. Il coordinamento degli interventi è stato affidato all’associazione di Protezione Civile di Barcellona “Club Radio Cb”.
Altre zone del messinese non sono state risparmiate dal violento maltempo di ieri: a Savoca sono crollati circa 40 metri della strada provinciale 23, nei pressi della borgata Rapani. In piena anche il torrente Savoca, tra Furci e Santa Teresa di Riva, dove è andato distrutto un pozzo di captazione idrica che serve la frazione Giardino. Ad Antillo ci sono due frazioni isolate in seguito a una frana.