Home Attualità Barcellona, lavori in corso nell'ex Opg

Barcellona, lavori in corso nell’ex Opg

- Advertisement -

L’ex ospedale giudiziario psichiatrico di Barcellona è in attesa della sua nuova classificazione; potrebbe chiamarsi “Istituto penale polifunzionale per adulti”. Questa la proposta del direttore della struttura, Nunziante Rosania, che già in questo momento dirige un istituto penitenziario ordinario multifunzione ed ha ricevuto un incarico a livello nazionale per seguire questo storico passaggio di consegne dagli opg alle strutture a cui saranno destinati gli internati. A livello generale sono ancora 226 le persone internate nei cinque ospedali psichiatrici giudiziari italiani Aversa, Napoli, Barcellona, Reggio Emilia e Montelupo Fiorentino. In questo momento le presenze a Barcellona sono 150; 50 sono gli ex internati che dovranno essere dimessi e destinati alle Rems – residenze per l’esecuzione della misura di sicurezza sanitaria. Quelle siciliane di Naso e Caltagirone sono già piene, ma una buona parte di questi internati sono della Calabria e della Puglia e si resta in attesa che le rems qui trovino applicazione, non dimenticando che il governo ha nominato commissari ad acta per accelerare le procedure. E ritornando all’ex opg di Barcellona, è già in parte casa circondariale e casa di reclusione, poichè oltre agli internati, ci sono detenuti in attesa di giudizio e detenuti ordinari. Si trovano anche detenuti che, mentre stavano scontando la pena, sono stati colpiti da problematiche psichiche. E’ in allestimento, poi, la sezione femminile, in cui potranno trovare sede donne con bambini fino a tre anni. Si resta dunque in attesa che si completino le partenze dell’ex internati dall’opg e che il nuovo complesso giudiziario assuma una fisionomia più precisa. Una situazione che potrebbe concretizzarsi dall’inizio del 2016.

- Advertisement -

Più lette della settimana