Home Attualità Accoglienza migranti: disponibilità da 17 parrocchie della Diocesi di Patti

Accoglienza migranti: disponibilità da 17 parrocchie della Diocesi di Patti

- Advertisement -

La diocesi di Patti ha risposto “presente” all’appello di Papa Francesco lanciato nell’Angelus del 6 settembre e rivolto alle “parrocchie, comunità e Santuari di tutta Europa per accogliere una famiglia di profughi, un gesto concreto in preparazione dell’Anno Santo” che inizierà l’8 dicembre. Sono finora 17 le parrocchie che hanno comunicato alla Caritas diocesana la disponibilità all’accoglienza. Tra queste, le parrocchie di Mistretta, Caronia, Acquedolci, Sant’Agata Militello, Rocca di Caprileone e quattro parrocchie di Patti. Un elenco ancora provvisorio che si allunga di giorno in giorno, in attesa, come dichiarato dal presidente della Caritas diocesana padre Leonardo Maimone che la riunione della Conferenza episcopale italiana fissata dal 30 settembre al 2 ottobre fornisca modalità e indicazioni da offrire a ogni diocesi su come regolarsi per rendere concretamente applicabili le parole del Santo Padre. In particolare, ci sono centri di accoglienza gestiti dalle parrocchie di Mistretta e dalla Caritas di Patti, o anche il seminario vescovile, che si sono dichiarati disponibili ad ospitare fino a 20 migranti, ma servono interventi alle strutture per migliorare le condizioni sanitarie. In questo contesto, le indicazioni che fornirà la conferenza dei vescovi raccordandosi con diverse le prefetture saranno determinanti.
Finora, anche due famiglie di Mistretta e Piraino si sono dette pronte ad ospitare altrettante famiglie di migranti, per testimoniare, come affermato dal Pontefice, che “La misericordia di Dio non è un’idea astratta, ma una realtà concreta”

- Advertisement -

Più lette della settimana