Capo d’Orlando, entro due mesi tutte le scuole saranno a risparmio energetico

185

C’è l’aggiudicazione, inizia la corsa contro il tempo per portare le scuole orlandine ai più alti standard qualitativi per quanto riguarda il risparmio energetico e l’adeguamento strutturale. Sessanta giorni, tanti sono quelli concessi dal bando di gara esitato dall’Urega di Messina dopo una procedura andata avanti per circa due mesi e che permetterà di spendere gli oltre 2.700.000 mila euro che l’assessore Aldo Leggio era riuscito ad ottenere ben 4 anni fa e che rischiavano di andare persi (come avvenuto per numerosi altri comuni), lo scorso dicembre, quando la Regione modificò bandi concedendo solo due settimane per ripresentare i progetti.
Due le ditte che hanno partecipato alla gara, forse anche per i tempi strettissimi da rispettare e le penali imposte in caso di ritardi. A vincere l’appalto è stata la Infra.Tech Scarl di Sant’Agata Militello con un ribasso del 25,12%.
I soldi a disposizione, grazie al bando europeo Fers 2007/2013 saranno investiti su otto scuole e sulla caserma dei Carabinieri.
La conclusione a fine agosto della procedura di gara costringerà le scuole a convivere con qualche comprensibile disagio per qualche settimana ma l’apertura dell’anno scolastico non pare in pericolo. Si pensa infatti di svolgere lavori esterni durante gli orari di lezione ed intervenire all’interno quando non si svolge la didattica. A fine anno, comunque,  tutti i plessi avranno nuovi infissi dotati di doppi vetri, nuovi impianti di condizionamento, luci al led in tutte le stanze, caldaie di nuovissima generazione a basso consumo ed abbassamenti dei soffitti, dove necessario, per un miglior contenimento del calore.