Il sottosegretario Faraone suona la campanella al “Maiorana” di Milazzo

329

Il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone sarà domani all’Istituto Tecnico Majorana di Milazzo per inaugurare il nuovo anno scolastico. Faraone incontrerà, oltre al preside e i docenti, anche un gruppo di studenti delle V classi in rappresentanza di tutti i compagni d’istituto. Il “Majorana” di Milazzo sarà la prima scuola in Italia ad iniziare le lezioni il 3 settembre. «Per me è un piacere essere al Majorana di Milazzo – afferma il Sottosegretario – il prossimo sarà un anno importante. Da settembre comincerà l’anno della “Buona Scuola” italiana, un anno di autonomia reale, di maggiori risorse economiche e professionali, di continuità e qualità della didattica, di una scuola che mette al centro gli studenti e il loro futuro. Abbiamo lavorato prima in Parlamento, poi tecnicamente al Ministero, insieme agli uffici scolastici regionali, anche d’estate per far sì che tutto fosse in ordine e che gli istituti scolastici abbiano tutte le cattedre coperte dall’inizio dell’anno. Dobbiamo farlo per i ragazzi, perché crescano e si formino in scuole all’altezza del loro domani». Nell’aula Magna, alle 9,30, oltre al sottosegretario Davide Faraone interverranno l’onorevole Tommaso Currò, ex studente dell’istituto: il direttore generale USR Sicilia Maria Luisa Altomonte; il dirigente scolastico Stellario Vadalà; il sindaco di Milazzo Giovanni Formica; il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Emilio Grasso; l’assessore alla Pubblica Istruzione del comune di Milazzo Salvatore Presti; il consigliere comunale e docente del Majorana” Franco Rizzo. A moderatore i lavori il giornalista Giovanni Petrungaro. Alla manifestazione di apertura dell’anno scolastico verranno invitati i dirigenti delle aziende del territorio che hanno accordi di partnership con l’ITT “E.Majorana” di Milazzo, i rappresentanti dell’Università degli Studi di Messina, i dirigenti scolastici del comprensorio di Milazzo. Dalle ore 10:30 alle 11:30 Faraone incontrerà gli alunni e i docenti nelle aule e nei laboratori. Alle 11:30 il suono della campanella.