La fonderia di Tortorici intitolata al professore Parasiliti

398

L’antica fonderie di campane Trusso a Tortorici è stata intitolata al compianto professore Rosario Parasiliti Collazzo, prematuramente scomparso nell’estate del 2012, colpito da un malore mentre si trovava in gita scolastica con i suoi alunni del liceo di Patti. A ricordare la figura di Parasiliti che, oltre ad essere stato sindaco del centro nebroideo, aveva pubblicato diversi lavori sulla storia locale, c’erano il primo cittadino, Carmelo Rizzo Nervo; il professore Salvatore Mangione, la professoressa Lucietta Di Paola, l’ex preside dell’istituto Nello Lombardo di Tortorici, Lidia Molica Calimeri e il giudice Stanislao Franchina. Nel corso della cerimonia di scopertura della lapide realizzata in pietra, alla presenza della vedova di Parasiliti, la professoressa Clelia Favazzo e dei figli, il professore Maurizio Galati ha suonato il “Silenzio” con le campane.