Home Cronaca "Patti&Affari", Colonna non risponde, Busacca sì

“Patti&Affari”, Colonna non risponde, Busacca sì

- Advertisement -

SI sono svolti questa mattina di fronte al Gip del Tribunale di Patti gli interrogatori di garanzia delle sette persone raggiunte da provvedimento cautelare nell’ambito dell’inchiesta “Patti&Affari” sulla gestione degli appalti per l’affidamento dei servizi socio assistenziali dal 2008 al 2013. Il funzionario del comune pattese Salvatore Colonna, difeso dall’avvocato Mariella Sciammetta, si è avvalso della facoltà di non rispondere, così come Giuseppe Pizzo, rappresentante della cooperativa Capp1990, e difeso dall’avvocato Nino Favazzo. Scena muta anche per Michele Cappadona, presidente della Cooperativa Pegaso. Ha parlato invece Giuseppe Busacca, presidente della Cooperativa “Genesi”, difeso dall’avvocato Tommaso Calderone. Questi quatto si trovano agli arresti domiciialri e per loro i rispettivi avvvocati hanno già proposto istanza di revoca della misura al riesame. Hanno risposto alle domande del Gip Ines Rigoli, chiarendo la propria posizione, anche Luciana Panissidi, dipendente del comune di Patti e Carmelo Zeus, funzionario del comune di Piraino, raggiunti entrambi da provvedimento di sospensione dalla funzione. Niente interrogatorio, per ragioni di salute, per l’imprenditore pattese Tindari Giuttari, nei cui confronti è scattato il divieto di dimora.

- Advertisement -

Più lette della settimana