Rapina in banca a Sant’Agata, due arresti

706

Sono stati arrestati oggi a Palermo i due autori della rapina messa a segno il 10 Aprile dello scorso anno ai danni della filiale del Monte dei Paschi di Siena di Sant’Agata Militello. Le manette sono scattate ai polsi di Giuseppe Palma e Salvatore Tagliarini, entrambi 23enni, palermitani.  A chiudere il cerchio dopo serrate indagini, gli uomini del commissariato di Polizia santagatese, coordinati dal dirigente Daniele Manganaro. Decisivi i riscontri delle immagini del circuito di video sorveglianza  dell’istituto di credito che, nel recente passato, è stato ripetutamente preso di mira dai rapinatori, e di quelli di alcuni esercizi commerciali, ubicati nella zona dell’ospedale santagatese. I poliziotti hanno passano al setaccio ogni fotogramma, riuscendo così ad individuare  tre malviventi, appena una manciata di minuti prima il colpo in banca.
palma - prima rapina presso esercizio commerciale tagliarini -prima rapina presso esercizio commerciale  Tagliarini in banca (9)
Si vedono chiaramente scendere da un’auto alla cui guida c’è un quarto uomo. Entrano in una rosticceria. Pochi istanti dopo sono nuovamente in strada. Sfilano davanti le telecamere mostrando fattezze, struttura corporea e abbigliamento identico a quello dei rapinatori immortalati durante la rapina, che fruttò un bottino di circa 5 mila euro. I successivi riscontri confermano la corrispondenza  del contorno del viso, attaccatura dei capelli ed altri segni distintivi per accertare l’identità dei malviventi.  Anche il traffico telefonico intercettato, rafforza il quadro investigativo con l’aggancio delle celle telefoniche della zona. Le indagini sono state condotte dalla Polizia santagatese in stretta collaborazione con la Squadra Mobile di Palermo. Sembra infatti che, nonostante la giovane età, non siano nuovi a rapine ed azioni criminali. Una ventina di giorni fa, il tribunale di Patti aveva condannato i due giovani per la rapina ai danni di una banca  pattese messa a segno nel marzo del 2014. Stamani, gli agenti del Commissariato di S.Agata Militello insieme alla Mobile di Palermo  hanno eseguito la misura cautelare emessa dal Gip Ines Rigoli, su richiesta del Sostituto Procuratore Luca Melis