Orlandina, le raccomandate tornano al mittente

184

Ci siamo l’ora X sta per scoccare. Giovedì si chiudono i termini per le iscrizioni ai campionati di Eccellenza e Promozione. Questa sarà anche l’ultima scadenza concessa dal comitato regionale della Figc poi: dentro o fuori. A quanto è dato a sapere, ad oggi sono diverse in tutta la Sicilia, le società che ancora non hanno regolarizzato la posizione per le troppe passività. Tra i casi più eclatanti nella provincia c’è la Tiger che ha chiuso bottega attanagliata dai debiti e da lotte intestine. Il tutto dopo diversi anni di onorata carriera, nell’indifferenza più totale. A Brolo però il calcio non scomparirà, la Futura, adesso maggiore squadra cittadina, per la prima categoria sembra che stia programmando una stagione da protagonista. Si naviga a vista a Capo d’Orlando dove la situazione, da quello che trapela, non è certo tanto chiara. In Lega mancano ancora alcune liberatorie di giocatori, se queste non dovessero arrivare entro giovedì, anche qua ci sarà il “de profundis”. Ma nel caso la situazione dovesse risolversi positivamente, il futuro è incertissimo. La società attualmente diretta dal sig. Antonino Vitale, con poteri di firma, così come risulta a Palermo, non ha un vero e proprio indirizzo di riferimento. Infatti la sede sociale depositata in FIGC è via Mancari 2, a questo indirizzo però sono innumerevoli le raccomandate di giocatori e creditori che puntualmente non vengono accettate. Quindi rispedite al mittente. Inoltre e sembra davvero una scatola cinese, l’indirizzo riportato sul timbro della società N.F.C. Orlandina, indispensabile per i documenti legali, è quello di via XXVII Settembre n° 23. Recapito arcinoto alla maggior parte dei calciofili Siciliani, poiché facilmente riconducibile ad uno storico presidente dell’Orlandina, il compianto dott. Saverio Collica. Non ci sono parole… Chiuso il discorso legato al domicilio della società, da quello che è emerso in queste ultime ore, il presidente Vitale ha nuovamente chiesto all’amministrazione comunale l’affidamento dello stadio Ciccino Micale. Impianto sportivo che proprio sotto la gestione Orlandina, da gioiello invidiato è diventato uno scadentissimo articolo di bigiotteria. La squadra? Stando ai rumors di mercato il conosciutissimo presidente “in pectore”, insieme all’esperto allenatore Santo Mazzullo, stanno scandagliando il fertile terreno dei campionati minori invitando giovani di belle speranze che magari non hanno molto spazio nella società di appartenenza, a giocare nel torneo di Eccellenza. Se il buongiorno si vede al mattino…