Home Attualità I treni veloci si fermeranno anche a Barcellona e Capo d'Orlando

I treni veloci si fermeranno anche a Barcellona e Capo d’Orlando

- Advertisement -

I treni regionali veloci fermeranno anche nelle stazioni di Barcellona e Capo d’Orlando. E’ un dato che emerge dalla bozza di orario che dovrà entrare in vigore dal 13 dicembre e che in questi giorni è sottoposta all’attenzione dei pendolari. E’ una notizia che tranquillizzerà gli utenti e i pendolari della città del Longano e dei paladini, i quali, messi al corrente dell’esclusione, si stavamo già mobilitando. Infatti era stato annunciato che, tra le stazioni di Messina e Palermo, sarebbero state solo cinque le fermate per i “veloci”: Milazzo, Patti, Sant’Agata Militello, Cefalù e Termini Imerese. Ora, come emerge dalla bozza-sondaggio, sono state inserite anche Barcellona e Capo d’Orlando e solo per alcuni treni al mattino, anche Santo Stefano di Camastra e Tusa. E mentre pendolari ed utenti avranno tempo fino al 19 luglio per segnalare le loro osservazioni alla bozza-sondaggio e restituirli ai capitreno o alle biglietterie, queste sono le novità della nuova offerta ferroviaria, secondo la bozza-sondaggio: saranno in circolazione nove treni regionali veloci in direzione Palermo-Messina e sette nella direzione opposta, con “staffette” tra treni lenti e veloci alla stazione di Sant’Agata Militello. Riguardo alla linea a binario unico, ci saranno otto treni da Patti verso Messina e nove in direzione opposta. Sul doppio binario saranno in circolazione dieci treni sulla tratta Messina-Patti, nove sulla Messina-Sant’Agata – undici per il ritorno – e dieci sulla Sant’Agata-Palermo – nove per il ritorno. Maggiori i collegamenti tra Termini Imerese e Palermo, venti all’andata e diciotto al ritorno.

- Advertisement -

Più lette della settimana