Home Cronaca Raccuja, confermato l'arresto per Martella che però va ai domiciliari

Raccuja, confermato l’arresto per Martella che però va ai domiciliari

- Advertisement -

Il Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Patti, Ines Rigoli, ha convalidato l’arresto di Alberto Martella, il 67enne che ieri mattina ha fatto irruzione nel municipio di Raccuja esplodendo un colpo di fucile nella stanza del sindaco Francesca Salpietro.
Il giudice, dopo la convalida ha disposto per l’uomo i domiciliari nella sua abitazione di contrada Campo Melia dove vive da solo.
Ad assisterlo in udienza c’era l’avvocato Antonino Spiccia.
Ad Alberto Martella sono state contestate (almeno per il momento) le accuse di porto illegale di armi, di strumenti atti ad offendere e minaccia aggravata.
L’uomo, infatti, deteneva il fucile legalmente e si è presentato in Municipio adirato contro l’amministrazione comunale poiché, a suo dire, non gli aveva fatto ottenere la pensione dopo il periodo di lavoro in progetti di lavoro socialmente utili, per  il comune.

- Advertisement -

Più lette della settimana