Milazzo, incontro tra amministrazione e impresa per i lavori al lungomare di Ponente

0
139

L’assessore ai Lavori Pubblici di Milazzo, Ciccio Italiano ha incontrato i rappresentanti del Consorzio Ati Cassiopea per fare il punto sui lavori di riqualificazione del lungomare di Ponente che stanno interessando in particolare la zona del Tono e poi l’area adiacente il poligono di tiro di via Tukory.
Una riunione finalizzata anche a comprendere le ragioni per le quali negli ultimi giorni ci sono stati dei rallentamenti nell’esecuzione delle opere, soprattutto nella piazzetta della Ngonia Tono.
I vertici del Consorzio hanno spiegato innanzitutto che non ci sono difficoltà nell’attuazione di quanto previsto dall’appalto – l’importo dei lavori è 1 milione e 300 mila euro – e che lo stop dei giorni scorsi alle attività di cantiere sono state determinate solo dalla difficoltà nell’approvvigionamento delle materie prime previste nel capitolato d’appalto. Infatti quella zona dovrà essere pavimentata con la cosiddetta “pietra di Catania”, materiale diventato “raro”  a causa della chiusura di alcune cave etnee. Già tra qualche giorno si riprenderà a pieno ritmo.
Altro punto ha poi riguardato l’ultimazione delle opere. Il contratto prevede la consegna entro il mese di ottobre e dunque ancora quattro mesi, agosto incluso.
L’assessore Italiano, preso atto di ciò, ha chiesto ai titolari dell’impresa di dar corso ad una serie di misure finalizzate a limitare al massimo i disagi non solo per i residenti ed i titolari delle attività commerciali del Tono che in questo periodo estivo confidano di poter lavorare maggiormente, ma anche nei confronti dei turisti e dei numerosi bagnanti che giornalmente affollano quello che è l’angolo più suggestivo della città.
“E’ fondamentale, pur consapevoli della presenza di un cantiere – ha detto Italiano – cercare di consentire ai cittadini e ai vacanzieri di andare a mare, evitando problemi di viabilità e ovviamente di sicurezza. Per questo ho dato alcune disposizioni alla ditta, chiedendo che entro metà luglio sia aperti i parcheggi antistanti il boschetto dell’Ancora al servizio della Ngonia e quello delle ex Cupole, affinché si possano recuperare posti macchina a disposizione di tutti coloro che si recano al mare. Per quanto riguarda la piazzetta del Tono mi è stato assicurato che verranno garantiti gli accessi alle attività commerciali con dei posti macchina per i clienti, agli approdi dei pescatori e sarà reso agibile il sagrato della chiesetta posta al centro dell’area per consentite le funzioni religiose”.