Beach Soccer, Villafranca a Terracina per la Coppa Italia

0
201

Il Villafranca Beach Soccer vive un’importante vigilia. La squadra biancoverde è infatti partita alla volta di Terracina, dove da domani a domenica è in programma la Coppa Italia, primo appuntamento ufficiale della stagione. Nel turno inaugurale la formazione del presidente Giacomo Picciolo sfiderà il Barletta, con inizio fissato giovedì alle ore 11.45, presso la Beach Arena “Carlo Guarnieri”. In caso di affermazione i tirrenici torneranno in campo venerdì alle 14.30, opposti alla vincente del confronto tra la blasonata Milano ed il Canalicchio Catania. Le perdenti dei due abbinamenti, invece, giocheranno alle 13 dello stesso giorno. Undici gli elementi a disposizione del tecnico Gianluca Piscardi per la trasferta in terra laziale: i portieri Dino Billè e Sebastiano Paterniti, il difensore Angelo Tchen, gli universali Heimanu Taiarui e Gino Giardina, gli esterni Francesco Bruno (nella foto in alto), Alessandro Venuti, Alex Porto e Heiarii Tavanae, gli attaccanti Gaetano Germanò e Tearii Fleur Labaste.

Il capitano Francesco Bruno, tra gli elementi che formano lo zoccolo duro della squadra, suona la carica in vista dei prossimi impegni: “Memori dell’impresa compiuta nella scorsa stagione, quando centrammo un incredibile terzo posto, cercheremo di fare più strada possibile in Coppa Italia. Affronteremo subito un Barletta che ha giocatori di livello e da outsider potrebbe metterci in difficoltà, ricordando proprio di cosa siamo stati capaci noi l’anno passato. Abbiamo sfruttato la possibilità offerta dal fatto di essere testa di serie e non trovare una big al primo turno è importante, ma dovremo stare molto attenti ai pugliesi. Puntiamo sul gruppo dei tahitiani – prosegue Bruno – e sui nuovi elementi provenienti dal calcio a 11, confidando che possano subito integrarsi al meglio. Alcuni sono al debutto nel beach soccer e dovranno dunque superare l’emozione che può esserci in questi casi, ma possono comunque contare sulla grande esperienza accumulata in campionati difficili come la Serie D o l’Eccellenza”.

Quali gli obiettivi? “Sto bene fisicamente e sono molto maturato grazie alle gare giocate nello scorso campionato di Serie A. Spero di fornire un ottimo contributo alla causa e di onorare la fascia di capitano. Bisognerà partire col piede giusto anche per non deludere le aspettative del presidente che ringrazio per aver sempre riposto in me la massima fiducia. Dopo la Coppa ci concentreremo sul campionato. Occorre pensare step by step”