Sequestrata rete da pesca fuorilegge

0
69
????????????????????????????????????

La Guardia Costiera di Milazzo ha sequestrato di attrezzi da pesca illegali appartenenti al tipo rete da posta combinata (reta da imbrocco e tremaglio).  La Capitaneria ha accertato la presenza di una rete da pesca della lunghezza di circa 400 metri, posizionata a circa 50 metri dalla costa in prossimità della foce del Torrente Naso. La rete era calata in mare senza le opportune sigle identificative prescritte dalla normativa comunitaria per la pesca professionale. Immediato è scattato il sequestro dell’attrezzo utilizzato illegalmente da pescatori non professionisti. La Capitaneria di porto di Milazzo comunica, inoltre, che è ufficialmente iniziata la campagna di pesca del tonno rosso con i sistemi da pesca palangaro e tonnara fissa. La pesca sportiva e/o ricreativa potrà essere praticata dal 16 giugno al 14 ottobre 2015, esclusivamente dai soggetti appositamente autorizzati dall’autorità marittima competente, il prodotto di tale pesca non può essere commercializzato. Anche i pescatori ricreativi e sportivi, che possono catturare non più di un esemplare per battuta di pesca, hanno l’obbligo di produrre agli uffici dell’autorità marittima apposita dichiarazione di sbarco degli esemplari catturati. La taglia minima di cattura, per qualsiasi sistema di pesca, è confermata in 30 chilogrammi di peso o 115 centimetri di lunghezza alla forca (misurata, cioè, dall’estremità della mascella superiore all’estremità del raggio più corto della coda).