Commissione d’inchiesta sui rifiuti, Sindaci a rapporto

0
115

I sindaci di Milazzo, San Filippo del Mela e Pace del Mela saranno sentiti dalla “Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti” presieduta dall’onorevole Alessandro Brazzi. L’udienza è fissata martedì 14 aprile alla prefettura di Messina. La Commisisone bicamerale, composta da 15 deputati e altrettanti senatori, si occuperà principalmente della gestione della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea la cui attività è stata sospesa ed è al centro di indagini della Procura di Barcellona. La commissione, dalle 12 alle 14 di martedì prossimo, farà tappa a Giammoro ed in particolare visiterà l’ex Sacelit, l’azienda che produceva amianto e la Raffineria di Milazzo. Nel pomeriggio si sposterà in Prefettura e cominceranno le audizioni di magistrati, rappresentanti delle forze dell’ordine e amministratori comunali. Verranno sentiti i sindaci di Milazzo (Carmelo Pino), Pace del Mela (Giuseppe Sciotto)  e San Filippo del Mela (Pasquale Aliprandi). Intanto, la società A2A, proprietaria della Edipower ha deciso, nel Consiglio d’amministrazione di ieri di finanziare la riconversione delle centrali termoelettriche di Brindisi e San Filippo del Mela. Secondo i comitati ambientalisti, sono ormai ineludibili atti conseguenti per gli amministratori dei comuni che hanno deliberato contro l’incenerimento e i nuovi combustibili. Dovrebbero essere costituiti, affermano i comitati, tra i comuni dell’Area ad Alto Rischio di Crisi Ambientale, tavoli tecnici per la progettazione di alternative che escludano l’incenerimento/CSS nella CTE di Archi e i cittadini del comprensorio, quantomeno quelli residenti nei comuni appartenenti all’Area ad Alto Rischio di Crisi Ambientale, devono essere consultati attraverso referendum sull’ipotesi di incenerimento/CSS.