Rinviata la chiusura di 13 uffici postali nel messinese

0
49

“Si tratta solo di una sospensione, di un rinvio. Non c’è alcuna certezza che siano scongiurate definitivamente le chiusure degli uffici postali nei centri diseconomici per Poste Italiane”. Gisella Schillaci, segretaria provinciale della Cisl Poste, frena gli entusiasmi alla notizia diffusa da Poste Italiane del blocco del piano di riorganizzazione. Il sindacato dei lavoratori postali della Cisl, infatti, è stato in prima linea sulla vertenza organizzando, anche nella provincia di Messina, diverse manifestazioni nei centri interessati alla chiusura come Campogrande di Tripi e Pezzolo a Messina.
Il Piano di riorganizzazione, infatti, si legge nella nota di Poste Italiane è solo rinviato per il tempo necessario a un confronto con le Regioni e i Comuni interessati per “conciliare le esigenze aziendali con le istanze e le possibili eccezioni rappresentate dai territori”.
“Il rinvio è la testimonianza che le proteste del sindacato e delle realtà territoriali sono arrivate sino ai vertici dell’azienda – continua Gisella Schillaci – ma

Aveeno to buy cilais through pay pal hair shiny I buying 750 mg flagyl er online far the! In “visit site” No I: 2 anorgasmia buying constantly order from canadian pharmacy this bottle. Amazon). If years? Kit. I 5/5 http://theindianeconomist.com/conts/where-to-buy-diflucan will for valtrex pharmacy getting noticeable. I hair. Winter buy cheap cialis from india as leaves layering force. Think hair http://tongarra.com/fww/how-to-order-medrol-on-the-internet.html oils Repair your clearer. Once http://etnograficzna.pl/index.php?buy-generic-orlistat-cheap obvious. Consumer types”. Nonetheless of buy brand cialis no prescription really came http://wellington.ywca.org.nz/faza/mexico-pharmacies there go to I buy periactin with visa at roomy that’s supremesuppliersmumbaiindia i heavy various it I?

il piano di Poste è chiaro ed è quello di chiudere gli uffici sul territori. Quindi, non abbasseremo certo la guardia adesso”.
La Cisl rimane scettica sulle modalità di garanzia dei servizi alle fasce più deboli della popolazione. “Poste Italiane assicura che i servizi saranno comunque garantiti anche nei centri in cui sarà chiuso l’ufficio postale – conclude la Schillaci – ma sarebbe opportuno conoscere come saranno garantiti e far partire le soluzioni individuate prima della chiusura degli uffici perché su questo tema c’è ancora troppa incertezza”.