Ricciardello diffida il Cas sui lavori nelle gallerie

0
322

“Se proprio il Consorzio Autostrade Siciliane avesse urgentissima necessità di iniziare i lavori nelle gallerie Tindari e Capo d’Orlando assegni a noi l’incarico e si comincia”. La “Ricciardello Costruzioni srl” passa al contrattacco dopo l’accoglimento del ricorso al Tar contro  l’aggiudicazione dell’appalto da parte del Consorzio autostrade.
Due mesi fa, la Commissione Ministeriale di Gara a conclusione delle due diverse istruttorie di gara aveva aggiudicato in via provvisoria i lavori di messa in sicurezza. Per la Tindari (importo a base d’asta 12.851.444 euro) l’ATI Notari-Bruno ha offerto un ribasso pari al 32,88% assicurando di potere eseguire i lavori in 360 giorni. Per la Capo d’Orlando (importo a base d’asta 9.786.333) la stessa Associazione Temporanea di Imprese, ha offerto un ribasso pari al 31% e lo svolgimento dei lavori in 300 giorni.
Entrambe le gare erano state contestate dall’azienda con sede a Ponte Naso che si è rivolta al Tar. Il tribunale amministrativo di Catania ha ammesso il ricorso fissando la discussione nel merito al 14 maggio.
L’Ati Notari-Bruno ha però immediatamente inviato una lettera al Consorzio evidenziando che era possibile iniziare i lavori in attesa del pronunciamento dei giudici vista la pericolosità rappresentata dalla chiusura delle due gallerie.
Ipotesi contestata dalla Ricciardello che adesso diffida il Cas dall’andare avanti senza tenere conto del Tar.
“L’accoglimento dell’istanza-afferma una nota della Riccardello- non è stato seguito dalla sospensione dell’aggiudicazione sul dichiarato presupposto della estrema urgenza. Ma le motivazioni del Tar preannunciano con estrema chiarezza l’aggiudicazione definitiva alla Ricciardello Costruzioni e proprio per questo la data di fissazione è stata così ravvicinata”.
Per questo l’impresa, oltre a diffidare il Cas dal far cominciare l’associazione temporanea di imprese che si era aggiudicato gli appalti, si dice disponibile ad iniziare se il Consorzio, in autotutela, revocasse l’aggiudicazione e passasse direttamente alla seconda classificata.