Capo d’Orlando, affidati i lavori per Tavola Grande

0
139

Dopo polemiche, tira e molla, e soprattutto avanzata del mare che ha aggravato la situazione in contrada Tavola Grande mettendo a rischio il depuratore e costringendo l’amministrazione ad impiegare 300.000 euro per la posa di una barriera con massi, si definiscono i lavori per la costruzione del muro ed il rifacimento della strada in quella zona. Per realizzare i lavori saranno investiti poco meno di 900.000 euro che l’amministrazione comunale ha messo sul piatto affidando l’incarico ad una impresa di Mussomeli che due giorni fa ha firmato il contratto.
Si tratta del ripristino della strada che permetterà il collegamento con il depuratore, l’aviopista e l’elipista per la protezione civile. Dopo aver rinviato l’appalto per 4 volte ) visto che le precedenti impese avevano dato forfait o non erano in possesso dei requisiti previsti) il comune accelera i tempi
Circa 480.000 euro saranno coperti dalla vendita dell’immobile, l’ex ufficio acquedotti di salita santuario, 33.945 euro  dal bilancio comunale dell’esercizio corrente  ed il resto, cioè 307.322 euro sempre con fondi del bilancio comunale ma da impegnare in cinque rate costanti nei cinque anni.
Il comune ha già definito il passaggio dell’immobile che ha ospitato l’Eas e che è stato sgomberato nei mesi scorsi dopo un braccio di ferro con lo stesso ente che si era rivolto al Tar per reclamarne l’uso.
Il progetto prevede la ricostruzione di un lungo tratto di muraglione della strada e la sistemazione delle reti  dei servizi, cominciando da quello delle acque nere  che trasporta al depuratore tutti i reflui della città.