“Stiamo fallendo per colpa della Regione”

76

Sull’orlo del fallimento, per colpa della Regione. Il Sindaco di Ficarra Basilio Ridolfo punta l’indice verso Palermo per denunciare gravissimi ritardi nel trasferimento di 570mila euro. Fondi senza i quali il Comune di Ficarra non sarà in grado di assicurare nulla, “né stipendi, né l’ordinaria manutenzione e meno che mai servizi essenziali”. “Eppure siamo un Comune virtuoso – scrive Ridolfo in una lettera inviata al Prefetto di Messina – abbiamo i conti a posto, senza debiti, risparmiamo facendo leva sul volontariato e le figure apicali della burocrazia vengono condivise con altri Comuni riducendo i relativi costi”. A Ficarra, prosegue il Sindaco, la politica costa pochissimo, le indennità dei consiglieri sono state azzerate e quelle  dei componenti della Giunta più che dimezzate. Ma “a causa  del grave ritardo accumulato dalla Regione siciliana nei trasferimenti di propria competenza, Il Comune è stato obbligato a ricorrere all’indebitamento con la Tesoreria comunale (con aggravio di interessi passivi)  al fine di assicurare lo stipendio ai dipendenti di ruolo e ai precari e svolgere i servizi essenziali per la comunità – afferma il Sindaco Ridolfo – Ora però siamo arrivati. La misura è colma. Abbiamo utilizzato tutta la capienza accordata dalla Banca e, dunque, non saremo in grado di assicurare più nulla, né stipendi, né l’ordinaria manutenzione e meno che mai servizi essenziali”. Il Sindaco Ridolfo ha coinvolto il Prefetto “perché solleciti la Regione ad effettuare i trasferimenti che toccano per legge al Comune di Ficarra”. Ma se la situazione non si sblocca – annuncia Ridolfo – sarò costretto a consegnare la fascia di sindaco al Prefetto”.