Ha patteggiato il prete keniota che rubò nella chiesa di Gioiosa

0
61

Un anno, 10 mesi e 6 giorni di reclusione, pena sospesa, più 400 euro di multa e il pagamento delle spese processuali. E’ stato questo l’esito del patteggiamento ottenuto da padre Davide Ingodi Olusi, il prete originario del Kenia responsabile del furto sacrilego nell’ufficio parrocchiale della chiesa di San Nicola di Gioiosa Marea. La condanna è stata accordata dal giudice Ugo Molina, pm il procuratore capo Rosa Raffa al termine dell’udienza preliminare.
La vicenda, finita sui media nazionali lo scorso anno, riguardava il furto messo a segno dal prete keniota nella chiesa dove era stato ospitato per alcuni mesi.