Piraino, il Commissario e Ridolfo fanno ripartire il Prg

0
130

Dove eravamo rimasti con il Piano Regolatore di Piraino? Undici mesi fa l’insediamento dell’ingegner Tommaso Noto, commissario ad acta inviato dalla Regione con il compito di sostituire l’amministrazione nell’iter di revisione del PRG  Strumento urbanistico già redatto dall’ingegner Basilio Ridolfo e trasmesso a Palermo nel luglio del 2011, ma a causa dell’apertura di una procedura di infrazione dell’Europa contro la Sicilia, mancante della Valutazione Ambientale Strategica. L’ing. Ridolfo, dopo ripetuti solleciti fatti all’amministrazione per definire l’iter, aveva rassegnato le dimissioni mentre la giunta era stata commissariata per gli adempimenti necessari all’acquisizione dello studio ambientale. Adesso, il Commissario ha incaricato lo stesso Ridolfo di redigere la Valutazione Ambientale Strategica.  Ridolfo ha accettato di svolgere il lavoro a titolo gratuito e dopo 15 giorni ha consegnato il rapporto preliminare ambientale ed il questionario tecnico di consultazione, documenti che di fatto riavviano le procedure di approvazione del PRG di Piraino. Il gruppo Consiliare di opposizione “Nuova Piraino” ringrazia Ridolfo per aver accettato l’incarico a titolo gratuito e per aver dimostrato in appena 15 giorni che lo studio ambientale richiesto era fattibili ed immediato. L’opposizione non dimentica di attaccare la giunta guidata dal sindaco Maniaci: “Ha bloccato il piano regolatore per due anni e soprattutto ha danneggiato i cittadini che vedono fortemente limitate le possibilità edificatorie e di sviluppo del territorio, negando di fatto una possibile boccata di ossigeno all’economia edilizia locale”. “Questa amministrazione scadente ed inconcludente – afferma il capogruppo Maurizio Ruggeri – dovrebbe andare a casa, dimettendosi ed aprendo così le porte ad un nuovo, più attento e dinamico governo locale, che abbia a cuore gli interessi veri di tutto il territorio pirainese”.