Capo d’Orlando, 33enne ai domiciliari per stalking

0
148

Un amore finito nel peggiore dei modi, ed una seri di ripicche, atti vessatori e persino un danneggiamento. E’ la vicenda che ha portato ai domiciliari un 33enne di Capo d’Orlando, incensurato in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Tribunale di Patti. L’accusa contestata è  quella di stalking e danneggiamento seguito da incendio.
Una storia iniziata l’anno scorso che ha avuto come parte lesa la fidanzata del 33enne, all’epoca dei fatti minorenne. Dopo alcuni mesi di relazione sentimentale i due si lasciano ma il ragazzo non si rassegna e, secondo la ricostruzione dei Carabinieri di Rocca di Capri Leone (comune in cui risiede la giovane) mette  in atto una serie di atti vessatori, di molestie, minacce, pedinamenti ed appostamenti, sino a giungere ad azioni sempre più spregiudicate.
In particolare invio di messaggi telefonici contenenti minacce di ogni genere, pedinamenti e scenate di gelosia, anche davanti agli altri amici. In un’occasione il ragazzo danneggia, di nascosto, anche lo scooter utilizzato alla ex e in un’altra occasione le ruba il casco protettivo. Il culmine si raggiunge quando lui decide di dar fuoco all’automobile, parcheggiata sotto casa della ragazza, di proprietà della madre, a notte fonda. Un danneggiamento all’apparenza senza spiegazioni.
A quel punto allora la ragazza, che fino ad allora aveva cercato di tenere tutto per sé pensando di poter risolvere il problema da sola, esce allo scoperto e decide di denunciare tutto ai Carabinieri. Dalla visione delle immagini estrapolate da alcune telecamere situate propri nei pressi dell’abitazione di lei, i Carabinieri scoprono che l’autore dell’incendio dell’auto è proprio il ragazzo. Gli elementi acquisiti dai Carabinieri nel corso delle indagini scaturite a seguito della denuncia presentata dalla ragazza, riconducono il tutto verso il 33enne di Capo d’Orlando.
Il fascicolo arrivo sul tavolo della Procura della Repubblica di Patti, che concorda con le indagini dei Carabinieri ed il Tribunale di Patti, ieri ha una misura di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti del giovane.