Tusa ed il regalo per Alfio

0
193

Doveva essere un compleanno come tanti, ma a sorpresa si è trasformato in festa di tutto il paese quello per i quaranta anni di Alfio Faulisi, ragazzo Down conosciuto da tutti per l’incontenibile simpatia e lo straripante affetto che regala. Nel pomeriggio di sabato 3 gennaio l’ignaro “festeggiato” si è recato in cortile Ortazzo, dove era stata fissata la prevista festicciola, ma con meraviglia si è ritrovato circondato da centinaia di persone a fargli gli auguri. Più Grande meraviglia è stata all’arrivo del Corpo Bandistico della città “Vincenzo Bellini”, che Alfio accompagna puntualmente durante tutte le uscite. E’ rimasto senza incredulo e senza parole con gli occhi illuminati il neo quarantenne, quando dopo alcune note il Maestro Vincenzo Perez gli ha ceduto e regalato la bacchetta di Direttore. Alfio, con tanto di giacca ufficiale, ha coronato un sogno e diretto la sua “Musica”, lungo alcune vie del Paese e durante un breve concerto in Piazza Trento e Trieste. Non soltanto il corpo bandistico ha regalato sorprese all’affettuoso e simpatico amico, non sono mancati musica e spettacoli degli artisti di strada Agata Leale, Fabrizio Campo e Brida Luna. Tutta la comunità tusana ha contribuito in ogni modo alla bella riuscita della festa che si è protratta fino a notte, chi offrendo il necessario per allestire adeguati spazi coperti, stand gastronomici, bevande, dolci di ogni genere e l’immancabile torta, diversi ristoratori si sono adoperati per rendere la serata indimenticabile per Alfio, la sua famiglia e i tanti amici arrivati anche da fuori Tusa. Immancabili gli auguri del Parroco Don Antonino Amato, il Comune ed i Carabinieri hanno offerto il proprio appoggio diretto, con la presenza alla festa e garantendo le necessarie modifiche alla viabilità ed il servizio d’ordine.