Tortorici, dure accuse dalla Cgil all’amministrazione

0
66

Dura nota inviata dalla FP CGIL all’Amministrazione comunale di Tortorici, per chiedere il rispetto delle regole e mettere fine ad atti che “possiamo definire intimidatori nei confronti dei dipendenti, che non percepiscono lo stipendio da mesi”.  Da un po’ di tempo – afferma la segretaria Generale della Funzione pubblica, Clara Crocé – fioccano una serie di provvedimenti  disciplinari  infondati  nei confronti di dirigenti sindacali e iscritti  alla FPCGIL . Al contrario le “sanzioni” disciplinari sono molto più leggeri nei confronti  di ignari lavoratori precari, di cui si mira ad ottenere l’iscrizione a sigle sindacali filo-Amministrazione. Il tentativo di marginalizzare del proprio ruolo la FPCGIL , è inutile e piuttosto puerile – continua la Crocé -. Agli atti persecutori risponderemo attraverso i nostri legali. In merito alla gestione del Comune di Tortorici, continueremo a svolgere  la nostra azione di denuncia come abbiamo fatto in questi anni. Questa Amministrazione  ha decretato il fallimento e la paralisi della comunità oricense”.  Per cosa? Per risorse pubbliche utilizzate in acquisti di attrezzature inutilizzate, per riconoscimento spese legali, per incarichi consulenti ed esperti. Per non parlare della situazione dei lavoratori. L’ ultimo stipendio percepito (quello del mese di agosto) è datato 25 ottobre. Ed oltre al danno arriva anche la beffa: “l’Ente ha calcolato in riduzione, le addizionali comunali e regionali  relativi agli stipendi ancora non liquidati per i mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre. I lavoratori cosi hanno avuto una detrazione di oltre 200 euro: non ti pago gli stipendi ma ti trattengo le imposte.

E’ evidente che l’Amministrazione prova a mostrare i muscoli  brandendo  la frusta. La nostra forza invece – conclude Clara Crocè – è la consapevolezza che continueremo a svolgere il nostro ruolo con ancora più forza”.