Trasporto e assistenza disabili, è sciopero

0
97

L’affidamento del servizio di trasporto e assistenza agli studenti disabili della Provincia di Messina continua a generare dubbi e polemiche. Ieri era intervenuta con una pesante nota la Cisl, oggi a rincarare la dose, ci pensa la Cgil proclamando lo sciopero per giovedì 20 novembre ed un sit-it di protesta davanti alla Provincia. “I ragazzi hanno diritto ad una assistenza dignitosa e i lavoratori  hanno diritto allo stipendio”- dichiara Clara Crocè, segretaria generale della Cgil”. Il sindacato ha intenzione di chiedere all’Assessorato di avviare una seria ispezione in merito a tutte le procedure  che hanno portato dell’appalto del servizio negli ultimi anni. Secondo al Cgil, c’è da chiedersi come sia possibile aggiudicare appalti con un ribasso del 100%, senza neanche assicurarsi se le cooperative siano in grado di pagare gli stipendi ai lavoratori e a mantenere  tutti i livelli occupazioni. “Dalla riapertura delle scuole, i lavoratori hanno dovuto assicurare il servizio con grandi sacrifici – sottolinea il segretario generale e senza percepire lo stipendio tra l’altro. La cooperativa che gestiva l’appalto facente parte del “Consorzio Progetto Vita”,  consorzio che continuerà a gestirlo -continua Crocè- ha dichiarato che attende il pagamento delle fattura del mese di settembre da parte della Provincia Regionale. Insomma una situazione paradossale in cui ad essere penalizzati, oltre ai lavoratori, ci sono loro, i ragazzi disabili. “ Temiamo un ulteriore taglio di personale e di ore lavorative- conclude Clara Crocè- per questo motivo  la FPCGIL ha proclamato lo sciopero e la manifestazione di protesta. Chiediamo ai genitori dei ragazzi di scendere in piazza con il Sindacato, per  rivendicare diritti e dignità”.