Orlandina, un porto di mare

0
230

Orlandina calcio la farsa si trasforma in buffonata. Continua a far parlare di se, ovviamente non in modo positivo, la maggiore espressione calcistica di Capo d’Orlando. La società fornisce gratuitamente spunti cronaca, senza soluzione di continuità. Quest’oggi alla ripresa degli allenamenti solamente il vice presidente Roberto Curasì si è presentato al Ciccino Micale e anche per questo motivo la squadra non ha svolto nessun tipo di lavoro. Ma anche oggi come detto, non sono mancate le novità, infatti in mattinata l’allenatore Antonio Alacqua ha ricevuto una telefonata da tal Carmine Palumbo che si è presentato come il nuovo direttore sportivo dell’Orlandina. Questi ha fatto sapere al tecnico di Spadafora che il presidente Saverio De Benedictis lo aveva sollevato dall’incarico. Esonero telefonico quindi per Alacqua, il tutto tramite un presunto direttore sportivo, su mandato di un presidente che forse non è ancora tale. La società dell’Orlandina non ha bisogno di effetti speciali per sbalordire i suoi tifosi, lo fa così in modo naturale qui, arrivano e partono: dirigenti, giocatori, tecnici e chi più ne ha più ne metta. Un porto di mare, un luogo senza tante regole, uno sgarrupato bar di Caracas. Ma facendo un passo indietro c’è da ricordare che domenica dopo l’impresa dei ragazzi a disposizione di Alacqua contro la Nuova Gioiese, il neo presidente De Benedictis non si è recato neanche negli spogliatoi per complimentarsi per il risultato, ma ha abbandonato lo stadio subito dopo il triplice fischio. Solamente Roberto Curasì sulla carta vice presidente, è rimasto con il gruppo. Quindi l’Orlandina da oggi avrebbe un nuovo direttore sportivo, lo stesso guarda caso, che nel mese di ottobre 2013 è arrivato all’Isernia con De Benedictis e Mazzullo. Inutile aggiungere altro. Anzi di altro ci sarebbero le dimissioni di Roberto Curasì da vice presidente e l’arrivo di un nuovo allenatore tal Antonio Germano… ma per questo vi rimandiamo alla prossima puntata.