Orlandina, la farsa continua…

0
51

Nuova puntata della telenovela Orlandina, ormai una vera e propria farsa che continua ad alimentare le cronache calcistiche siciliane. La crisi economica-dirigenziale della maggiore realtà calciofila di Capo d’Orlando è infatti diventata un tormentone. Ancora impegnato in giro per il mondo in uno dei suoi innumerevoli viaggi di lavoro, il presidente Massimo Romagnoli con una lettera, indirizzata a staff tecnico, giocatori e collaboratori ha ufficializzato per l’ennesima volta le sue irrevocabili dimissioni. Contestualmente il presidentissimo ha anche presentato il nuovo proprietario del club, il sig. Saverio De Benedictis che seppur non Orlandino ha promesso a Romagnoli che porterà a termine il campionato e onorerà gli impegni con la diligenza di un buon padre di famiglia. L’ex presidente dopo aver dichiarato che era sua intenzione lasciare ad una cordata locale che però ha avuto modo di verificare che non è mai esistita, chiede ai giocatori di trovare una intersa con il nuovo presidente, per ritornare a vincere. Piccolo particolare: all’Orlandina è finita anche la carta intestata, la lettera di Romagnoli è infatti su un foglio anonimo. Comunque, insieme al comunicato di Romagnoli, l’inesistente ufficio stampa della società (sempre su carta bianca a firma Ufficio Stampa ?????), ha diramato un secondo elaborato, nel quale l’Nfc Orlandina comunica che a seguito delle dimissioni del presidente e del vice Cristina Carianni sono stati rinnovati i vertici societari. Il nuovo presidente è il dott. Saverio De Benedictis mentre il suo vice sarà il sig. Roberto Curasì. Non è dato a sapere però se il tutto è stato ratificato dai soci, con regolare verbale d’assemblea. De Benedictis si è posto come obiettivo la salvezza della società e la disputa di un campionato dignitoso. Gli fa eco Roberto Curasì che ha accettato l’incarico per continuare il lavoro intrapreso, salvaguardare la categoria ed il titolo della squadra. Auguri e… la farsa continua…