Patti, Pipitò lascia la giunta

0
210

Motivi professionali e lunga assenza da Patti. Per questi motivi l’assessore, Gioacchino Pipitò, organico alla giunta di Patti, guidata da Mauro Aquino, ha rassegnato le dimissioni. Pipitò aveva le deleghe alla programmazione economica e bilancio, tributi, sviluppo economico, commercio, artigianato e pesca, settori nevralgici che adesso dovranno essere consegnati al più presto al nuovo assessore, che avrebbe tempo di operare fino a giugno 2016. Le dimissioni dell’assessore, non conoscendo le motivazioni che sono state comunicate dallo stesso Pipitò, avevano fatto pensare ad una spaccatura nell’esecutivo, perché era notorio che Pipitò chiedesse il miglioramento della dialettica interna; chiariti i motivi delle dimissioni, però, tutto è rientrato e Pipitò, per non lasciar pensare ad altro, si dimetterà anche dal gruppo “Noi per Patti”, rappresentato dal consigliere, Alessio Papa, che mesi addietro, aveva deciso di non appoggiare più l’esecutivo. Le dimissioni di Pipitò, dunque, per quanto abbiano retromotivazioni politiche sostanziali, non hanno nulla a che vedere con la politica. Ora si apre il totoassessore. Discorso diverso era stato quello dell’ex vicesindaco, Nino Lena, per il quale fu il sindaco a chiedere le dimissioni per una staffetta, per alcuni ampiamente annunciata, per altri, tra cui lo stesso Lena no, con l’attuale assessore, Alessia Bonanno.

di Massimo Natoli