Brolo, accelerazione nell’indagine sui mutui

0
64

Al comune gli uomini della Procura di Patti ed in Procura a Patti dipendenti del comune, insieme a professionisti ed imprenditori di Brolo e del circondario.
Pare stia subire una nuova importante accelerazione l’inchiesta sui cosiddetti “Mutui Fantasma” a Brolo che ha portato due mesi fa all’arresto del capo dell’ufficio ragioneria, Carmelo Arasi, ed ai domiciliari altri dipendenti del comune brolese e l’ex sindaco Salvo Messina.
Mentre anche ieri mattina gli uomini della Polizia Giudiziaria del Tribunale di Patti hanno prelevato nuovi incartamenti in municipio,  al palazzo di giustizia da giorni vengono raccolte decine di testimonianze. Tutti sono comparsi come “persone informate sui fatti” e sembra che abbiano riferito riguardo a rapporti di lavoro diretti o indiretti con il Comune di Brolo. Ovviamente gli inquirenti stanno cercando riscontri a quanto emerso in fase di interrogatorio da parte degli indagati nella prima tranche d’inchiesta.
Ma ci sarebbero, almeno stando agli atti sequestrati in comune, anche aspetti poco chiari su altri mutui non finiti al centro della prima tranche di indagine. Sono quelli accesi a partire dal 1997e riguardanti anche gli anni 1999 e 2000.