Capo d’Orlando, arresto per tentato omicidio

0
153

Si trova rinchiuso al carcere di Gazzi con la pesante accusa di tentato omicidio. Agostino Galati, 45 anni, disoccupato incensurato residente a Capo d’Orlando, è stato arrestato dai Carabinieri in flagranza di reato.
La vicenda si è verificata sabato notte alla 22, quando al 112 è giunta una chiamata da parte dei sanitari della Guardia Medica di Capo d’Orlando. Il medico di turno al presidio di via Mancari, infatti, segnalava ai militari che qualche minuto prima era giunto un 53 enne orlandino, che si era presentato per farsi medicare in quanto presentava delle ferite lacero – contuse in varie parti del corpo e, in particolare, sul capo ed all’altezza dell’addome. Lo stesso medico ha raccontato che, a suo parere, si trattava di un probabile accoltellamento e che il paziente aveva dichiarato le generalità dell’autore dell’aggressione. Mentre la vittima veniva trasportata con ambulanza presso l’ospedale di Sant’Agata Militello per ulteriori accertamenti, temendo che la situazione degenerasse, i Carabinieri della Stazione di Capo d’Orlando si sono recati presso l’abitazione dell’autore indicato dalla vittima. I militari dell’Arma, dopo averlo rintracciato, lo hanno portato in caserma per ulteriori verifiche. Nel contempo è stato effettuato il sopralluogo sul posto in cui sarebbe avvenuta l’aggressione, in contrada Forno, reperendo i corpi contundenti utilizzati per colpire più volte la vittima. I Carabinieri, oltre a rinvenire gli oggetti (un tubo di alluminio ed altri oggetti), posti sotto sequestro, hanno ritrovato a terra varie macchie di sangue che dimostravano chiaramente come in quel luogo fosse avvenuta l’aggressione raccontata dalla vittima.
Informato il Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Patti, i Carabinieri hanno arrestato Agostino Galati per tentato omicidio, il quale, al termine delle operazioni, è stato trasferito al carcere di Gazzi. La vittima dell’aggressione, forse riconducibile a rivalità sentimentali, è ricoverata in ospedale ma non corre pericolo di vita.