Tentato omicidio a Merì, un arresto

0
208

C’è un arresto per il ferimento del trentottenne tunisino Adel Hadded, avvenuto a Merì lo scorso 14 settembre. Nella mattinata di oggi, personale del Commissariato di Polizia di Barcellona Pozzo di Gotto ha eseguito un provvedimento di fermo a carico di Biagio Verde, 37 anni, raggiunto a Milazzo, in un’abitazione situata nella frazione Santo Pietro. Il provvedimento è stato emesso dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Fabio Sozio. L’uomo dovrà rispondere del tentato omicidio del tunisino, nonché di porto e detenzione illegale di armi. Gli indizi di responsabilità a carico di Biagio Verde, che avrebbe agito insieme ad un altro soggetto (che sarebbe stato già individuato) ma ancora ricercato, sono stati acquisiti a seguito di dichiarazioni testimoniali, immagini di videosorveglianza e riscontri tesi a ricostruire l’accaduto. Secondo gli inquirenti, i fatti sarebbero da inquadrarsi nell’ambito di contrasti sorti per il controllo di attività illecite nel comprensorio di Merì. Erano le 18,30 di domenica 14 settembre, quando due individui, giunti a bordo di un’autovettura, hanno esploso sei colpi di pistola contro il tunisino, tre dei quali rimasti inesplosi. Uno dei proiettili ha attinto Adel Hadded alla gamba destra con foro di entrata e di uscita, un altro ha invece provocato una ferita di striscio alla coscia sinistra. Trasporta al Pronto Soccorso, l’uomo è stato medicato, giudicato guaribile in venti giorni salvo complicazioni e dimesso. Secondo la ricostruzione degli investigatori, soltanto la sua reazione gli avrebbe evitato conseguenze peggiori.