Upea, resta Matteo Soragna

0
122

Matteo Soragna sarà il capitano dell’Upea anche nella stagione 2014/15.
Matteo Soragna, a prescindere dalle seppur ottime cifre e statistiche (7.3 punti tirando con il 42.2% da tre, 3 rimbalzi e 2 assist in media nelle 29 gare giocate in campionato; addirittura 9.5 punti con il 51% dall’arco, 3 rimbalzi e 2.5 assist durante i playoff), è stato uno dei principali artefici dell’entusiasmante stagione dell’Orlandina nella Dna Gold 2013/14. Emblematica a tal proposito gara 2 di finale Playoff a Trento che vide il capitano paladino scendere regolarmente in campo a lottare nonostante il dolore lo affliggesse da qualche giorno per un problema al polpaccio.
Tanta la soddisfazione nelle parole del presidente dell’Upea Enzo Sindoni: «La firma di Matteo Soragna mi rende felice e tanto orgoglioso. Felice perché l’Upea continuerà ad avere in organico un giocatore solido, efficace ed esperto che saprà essere utile specie nei momenti decisivi, ma allo stesso tempo anche un uomo di uno spessore morale e comportamentale tale da costituire un valore aggiunto decisivo per il raggiungimento dei nostri obiettivi. Orgoglioso – ha continuato Sindoni – perché con la maglia dell’Orlandina, tornerà in serie A uno dei capitani in passato della nostra nazionale e un membro della spedizione olimpica ad Atene 2004, forse la migliore Italia di sempre». Entusiasta e già carico per l’imminente stagione Matteo Soragna: «Sono davvero felice, era quello che speravo. Il mio desiderio era tornare a giocare in A e, ancora di più, farlo con Capo perché questa categoria l’avevamo comunque guadagnata sul campo la passata stagione arrivando in finale. La società quest’estate ha fatto un gran lavoro dimostrando ancora una volta di essere pronta per un palcoscenico del genere, la serie A è il giusto premio per la società, la citta e anche gli atleti. Sarà un’annata differente dalla scorsa, risulterà ancor più determinante il sostegno dei nostri tifosi che, come sempre hanno fatto, ci supporteranno in ogni momento. Capo è unica in questo – conclude Teo – un posto ideale per giocare a pallacanestro».