Una foto per la pace

0
40

“Una foto per la pace”“ PEACE-STAY HUMAN STOP BOMBING GAZA”- Questo il titolo dell’iniziativa internazionale di solidarietà al popolo palestinese e alle vittime innocenti dei bombardamenti  nella Striscia di Gaza. L’idea che letteralmente significa “Pace restiamo umani, basta bombardare Gaza” è stata lanciata dall’associazione umbertina Euravia Onlus con il supporto di “Psicologi per i Popoli- Abruzzo”, “Psicologi per i Popoli-Lazio”, “LIV -Pistoia”. “Vogliamo tenera alta l’attenzione- spiega la vice presidente di Euravia Enza Caputo – sul dramma che in queste ore stanno vivendo i palestinesi. Dall’otto luglio ad oggi i civili morti sono stati, come riportato dai media1088, moltissimi i bambini”. L’evento, lanciato su facebook, ha già raccolto l’adesione di oltre 160 persone in Italia e all’estero. Per partecipare basta farsi fotografare con un cartello bianco con la scritta “PEACE-STAY HUMAN STOP BOMBING GAZA” vicino ad un luogo o monumento simbolico del proprio paese o città, menzionato nel cartello e condividere la foto sull’evento di facebook. Il 31 luglio l’evento si concluderà con il “Trekking per la pace sull’Etna” con partenza alle 8,30 dagli impianti sciistici di Piano Provenzana versante Etna Nord lato Linguaglossa. Alla buona riuscita e all’aggiornamento dello spazio libero e pubblico collaborano- conclude la vice presidente- anche ragazzi e ragazze, oltre che da tutta la Sicilia, anche dalla Sardegna, Piemonte, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Calabria e Puglia che postano le notizie sul tetro di guerra”. L’operazione “ Barriera protettiva”, così si chiama il violento attacco aero-terrestre israeliano a Gaza, é iniziata lo scorso 8 luglio ed, ad oggi, malgrado le voci e l’indignazione dell’opinione pubblica mondiale davanti alle foto strazianti dei bambini dilaniati dalle bombe non accenna a finire.