Capo d’Orlando, la plastica che premia

0
243

Oltre  63.000 bottiglie in appena un mese ed una crescita costante che ha già convinto i giovani che gestiscono il servizio a potenziarlo con nuovi compattatori. Un numero enorme di bottiglie che (in parte) sarebbero finite in discarica perché tra chi partecipa alla nuova differenziata c’è chi in passato non selezionava i prodotti.
Pare essere la strada vincente quella della collaborazione
di alcuni giovani imprenditori con i comuni di Capod’Orlando e Capri Leone, grazie alla quale è stata data vita a un’iniziativa di grande utilità per l’ambiente e volta alla creazione di nuovi posti di lavoro. Si tratta degli ecoimpianti, forniti dall’impresa Ecobad, per iniziare la raccolta della plastica e diminuire il costo della differenziata.
Il motto “più ricicli, più risparmi”, è un progetto che alla fine distribuisce dei buoni sconto sulla spesa e incentiva le persone per una giusta causa. L‘ecopunto di 5 centesimi a bottiglia o bidoncino inserito nella macchinetta si trasforma in buono spesa da spendere nei negozi di abbigliamento, pizzerie, bar e supermercati che hanno preso parte all’iniziativa, ed il cui numero è in costante crescita in questi giorni.
Nei primi giorni il risultato è stato così sorprendente che spesso i compattatori finivano per essere pieni già in mattinata. Alcuni dei ragazzi che hanno fondato l’azienda raccontano di aver parlato con giovani che addirittura raccolgono le bottiglie abbandonate in giro o in prossimità di locali pubblici.