Basket, l’Upea ingaggia Austin Freeman

0
51

Parte subito forte il mercato dell’Orlandina Basket che, seppur ancora in attesa di conoscere se verrà o meno ripescata in serie A, piazza il primo colpo della prossima stagione. La società biancoazzurra, infatti ha annunciato l’accordo biennale con l’atleta statunitense Austin Freeman, 25 anni di Mitchellville nello stato del Maryland.
Freeman è una guardia dal fisico imponente e massiccio (192 cm per 103 kg), ma in grado di controllare il proprio corpo in maniera egregia e sfruttare la fisicità anche nei pressi del ferro. Freeman è un eccellente tiratore dal range di tiro ampio, abile a costruirsi soluzioni dal palleggio, un giocatore con punti nelle mani, ma capace di far segnare anche i compagni.
Il neo acquisto dell’Orlandina ha iniziato a giocare a basket a soli 4 anni. Al college, nella sua ultima stagione con 17 punti di media venendo inserito fra i primi 100 migliori prospetti degli Stati Uniti e ottenendo il riconoscimento di Giocatore dell’Anno della Big East Conference nella pre season. Nell’anno da senior inoltre viene inserito nel miglior quintetto e arriva secondo in assoluto come giocatore dell’anno per la Big East Conference. Nella prima stagione fra i professionisti, 2011/12, gioca in Italia in LegaDue a Forlì e dimostra subito una certa confidenza con la pallacanestro nostrana, termina, infatti, la stagione con 21 punti, 4.5 rimbalzi e 3 assist. Dopo l’esperienza estiva nella Summer League NBA con gli Hornets vola in Israele. Freeman conferma anche nel massimo campionato israeliano la grande capacità realizzativa viaggiando a 15.6 punti di media. Nell’estate del 2013 partecipa alla Summer League di Orlando con i Pacers di Larry Bird prima di ritornare alla squadra con cui ha chiuso l’anno in Israele e poi accasarsi in dicembre 2013 agli Iowa Energy in D-League. Chiude il 2013/14 negli Usa con 11.3 punti tirando con il 56% dal campo e il 35% dall’arco, 2.5 rimbalzi e 2.4 assist in 43 gare.