Vicenda Marco: scontro Sindoni – Tribunale

0
94

Dopo la note del presidente del Tribunale di Patti e del giudice tutelare sulla vicenda di Marco, ecco giungere la risposta del sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni:
“La nota firmata dal presidente del Tribunale di Patti dr.Lanza, e dal giudice tutelare dr.La Spada è la dimostrazione di quanto bene abbia io abbia fatto a rendere pubblica la vergognosa vicenda che giorno dopo giorno sta portando un uomo all’autodistruzione, ed una Comunità al disagio ed alla legittima preoccupazione.

La vana ricerca di giustificazioni che (come di seguito documentato) dimostra quantomeno una scarsa conoscenza degli atti.
Infatti i due magistrati dicono che l’ennesimo rinvio sia “responsabilità del comune a causa della mancata presentazione all’udienza di Marco e degli assistenti sociali dipendenti del comune che non hanno nemmeno ritenuto di dover comunicare alcunché al giudice”.
Peccato però che l’udienza avrebbe dovuto tenersi a Capo d’Orlando, come disposto dal Tribunale stesso in considerazione delle oggettive “difficoltà” di convincere l’interessato a raggiungere Patti.
Quanto sostengo è inequivocabilmente documentato dalla valentissima assistente sociale del Comune di Capo d’Orlando, dr.ssa Lucia Bontempo nella nota allegata.
Respingo ai mittenti le accuse di“improprie esternazioni che rischiano di ingenerare il sospetto che voglia strumentalizzare vicende di sentito richiamo sociale e far sorgere una indebita e gratuita sfiducia nell’amministrazione della Giustizia” e rilancio: sono comportamenti come quelli assunti con la nota diffusa ad ingenerare sfiducia non nell’intera amministrazione della Giustizia, ma in chi la amministra senza capire che basterebbe venire domattina a Capo d’Orlando, vedere le condizioni in cui versa la persona per la quale chiedo aiuto, e dare finalmente ai servizi sociali la possibilità di ricoverarlo in una struttura idonea al suo recupero.
E se da un lato con fierezza sfido pubblicamente il Presidente dr. Lanza ed il giudice dr. La Spada a smentire quanto documentato dalla dr.ssa Bontempo, dall’altro li imploro con umiltà a disporre un immediato intervento, senza attendere il 10 giugno”.

Ecco, di seguito, la nota dell’assistente sociale Lucia Bontempo:

 

Comune di Capo d’Orlando

(Provincia di Messina)

Area socio-assistenziale – Ufficio Servizio Sociale Professionale

Prot. n.  795/S.S.                                                                                   Capo d’Orlando  lì 30.05.2014

Oggetto: Sig.. RINALDO CHIU’ MARCO.

Al Signor Sindaco

del Comune di Capo d’Orlando

Sede

 

      e p. c.                                                           Alla Responsabile Area Socio- Assistenziale

D.ssa Concettina Ventimiglia

Sede

 

Sempre nel rispetto per la competenza e le opinioni che vengono espresse, in merito alla recenti dichiarazioni di stampa fatte dai rappresentanti del Tribunale di Patti in esito all’appello del Sindaco del Comune di Capo d’Orlando  sulla difficile situazione del Signor Marco Chiù, in base alle proprie conoscenze ed al proprio operato, corre obbligo precisare che l’ultimo rinvio dell’udienza,  quello del 10 Giugno  non può essere addebitato ne alla  responsabilità del Comune, né alla responsabilità della sottoscritta Assistente Sociale.

Ciò, poiché, la scrivente non si è presentata all’udienza di Patti in quanto  detta udienza doveva  tenersi a Capo d’Orlando, come verbalizzato dal Tribunale stesso in data 08.04.2014 e  ribadito dal giudice Tutelare Dottore La Spada che, telefonicamente ha investito la scrivente ad adoperarsi affinchè in tale, 20.05.2014 alle ore 12;00,  il Signor Marco fosse presente all’arrivo del Giudice. Ritengo  superfluo , precisare che la precedente udienza tenuta l’08.04.2014 sarebbe  stata rinviata a causa di una mancata acquisizione di certificazione dell’Asp.

Peraltro tale certificazione non risultava agli atti in data 26.05.2014 come la sottoscritta ha potuto constatare essendo portata  presso il Tribunale per rappresentare ed aggiornare sull’evoluzione degli eventi riguardanti il Signor Marco Chiù. corre obbligo  ,

Nella speranza di aver contribuito a ristabilire la coerenza e linearità del comportamento posto in essere , si riserva di presentare dettagliata relazione in merito.

Si coglie  l’occasione per porgere distinti saluti.

 

L’Assistente Sociale                                                  .

Lucia Bontempo