Lutto negato, il calcio perde l’ennesima occasione

0
51

Rabbia, indignazione, sgomento: sono questi i sentimenti in casa Due Torri dopo la tragedia di domenica scorsa, costata la vita a Marco Salmeri. Nell’incidente stradale avvenuto dopo la gara interna contro il Savoia,  sono rimasti gravemente feriti anche il centrocampista Peppe Guido  e l’attaccante Michele Alizzi. La società pirainese ancora sotto choc, in vista dell’ultima gara del campionato di serie D in programma domenica prossima a Pomigliano, ha richiesto al Dipartimento Interregionale il rinvio della gara a giorno 7 Maggio. La lega, tuttavia, non ha accettato la richiesta effettuata da parte della società Due Torri, rimandano la decisione a tutte le squadre interessate alla lotta play out. Nelle ultime ore la quasi totalità dei sodalizi interessati, dimostrando poca sensibilità, ha rifiutato l’invito al rinvio del match. Così come ha ufficializzato in un comunicato stampa la società Due Torri, solamente Orlandina e Città di Messina hanno dato disponibilità al posticipo delle proprie gare. “E’ evidente come gli attestati di vicinanza e solidarietà di alcune società del nostro girone siano solo il frutto di squallida ipocrisia di circostanza”. Ha scritto la società di Piraino. E ancora: “Al nostro dolore, adesso, si aggiunge rabbia, molta rabbia. Ci sentiamo calpestati, umiliati. Non ci sono giustificazioni di sorta che tengano. Chiediamo di essere lasciati soli nel nostro dolore.   Onereremo la memoria di Marco e domenica ci presenteremo, regolarmente, a Pomigliano”. Inoltre il direttore sportivo Benedetto Bottari a nome di tutte le componenti societarie ha ringraziato il presidente Massimo Romagnoli ed anche il Città di Messina, diretta concorrente nello scontro che varrà una stagione. “Il Città di Messina, per noi, ha vinto il suo campionato! Altri lo hanno perso e malamente…..”